parolacce

Credo, almeno penso, di avere un po’ di cultura. Insegno da qualche anno, leggo molti libri, non di pedagogia. Non sono laureato in scienze della formazione, però, penso, di avere un vocabolario abbastanza forbito. 

Quando partecipo a certe riunioni scolastiche, mi sembra di essere tanto ignorante. L’anno scorso, due insegnanti hanno parlato di verifica sommativa e formativa (persino wordpress non conosce sommativa). Io ho pensato: eh? La supercazzola prematurata con lo scappellamento a destra. Ho ascoltato il contesto e ho capito, anche se non trovo utile usare dei paroloni per descrivere dei concetti particolarmente semplici come quelli. Quest’anno sento la suora che parla di alunni Bes, e io penso: come se fosse antani. Vado su Internet e scopro che l’acronimo significa bisogni educativi speciali. Mah… E poi, dulcis in fundo, sullo schema di programma, . Progetti e attività particolari della propria disciplina o a cui si partecipa, perché interdisciplinari o transdisciplinari, transdisciplinari????? Che significa? 

Questo linguaggio esoterico e poco incomprensibile copre dei vuoti di pensiero? Serve a rendere affascinante il nulla? Invece è utile?

Vabbé, ho deciso che nel post successivo metto un ricordo del grande Ugo Tognazzi.

Pubblicità

14 comments

  1. Una volta mi dissero che è considerato un buon oratore chi ci confonde con paroloni altolocati senza poi in realtà dir nulla.. io non sono d’accordo! Anzi.. penso che la vera abilità stia nel semplificare i concetti difficili.. 😉

    Laura

    1. grazie mille per il preziosissimo suggerimento, come sempre i tuoi suggerimenti sono utilissimi. Convengo conte, inoltre, sul fatto che quello sia il linguaggio scuolese: piuttosto ti volevo chiedere: ma l’espressione BES e le altre “verifica sommativa” e “formativa” sono recenti? Io non le conoscevo, se mi dici che che ci sono da una vita, allora mi sento ancora più ignorante. sigh….

      1. BES è di recente introduzione e risale alla primavera scorsa (in collegio docenti ci sono state discussioni infinite perché c’è chi ritiene sia una “scusa” cui aggrapparsi in mancanza d’altro 😦 ). Verifica sommativa (quella finale) e formativa (quella in itinere) sono espressioni che esistono da almeno vent’anni. Io sono scappata dalle medie, nel lontano 1987 (ho fatto alcune supplenze più un anno di ruolo ma poi ho vinto il concorso alle superiori, fortunatamente), con l’ingenua speranza di lasciarmi alle spalle scartoffie varie da compilare. E invece anche nelle scuole secondarie gli oneri sono sempre quelli, in più, con il terrore dei ricorsi al TAR, siamo costretti non solo a compilare le carte con molta attenzione ma anche a seguire scrupolosamente le varie circolari ministeriali sulla valutazione, senza entrare in contraddizione con ciò che noi programmiamo e facciamo nella prassi quotidiana e quanto siamo obbligati a fare secondo i dettati ministeriali. Che vuoi che ti dica? Il nostro sta diventando un lavoraccio e, visto che ci piace sempre, nonostante tutto, siamo pure autolesionisti.

  2. Meglio Tognazzi, decisamente!
    Sono contro certi tipi di linguaggio, perchè usati proprio per non farsi capire. O per altro motivo.
    Il linguaggio semplice, diretto, mette a proprio agio, non da adito a niente…

    La semplicità e trasparenza sono gli atteggiamenti migliori.
    L’intelligenza della cultura è anche questa: usare un linguaggio semplice rivolto a tutti, che non emargini nessuno dalla discussione.

    buon fine settimana
    .marta

  3. Beh, la mia amica dottora trova perfettamente logico che, parlando tra medici e tra infermieri, si dica iperpiressia invece che febbre: a me uno che, in qualunque contesto, usi sei sillabe al posto di due, o dica POF invece che chiamare le cose col loro nome e cognome, è da ricovero coatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...