Mese: maggio 2016

cose buffe

Ho trovato un mio ritratto con un cuore disegnato accanto, sul retro di un foglio che era nella mia borsa. Ho riso. Forse lo ha disegnato E.L., piccola, la voce greve, i capelli corti e gli occhi di ghiaccio. è intelligente e brillante, non studia tantissimo, ma prende voti molto alti lo stesso. Sul retro del foglio c’è il suo nome.  Qualche comare dell’istituto in cui lavoro si straccia le vesti, perché la ragazzina (16 anni, ma sembrano meno) pare abbia dichiarato la propria omosessualità.

E non sono in una scuola di preti. E siamo nel 2016.

Riflessi

regalare pezzi di persona, regalare pezzi di un essere umano, di uno che fa tante cose, tra cui lo zumbero, il traduttore e il professore. sabato scorso ho visto i miei alunni di quarta prima di 15 giorni di loro stage per l’alternanza scuola-lavoro. Li rivedrò l’ultimo giorno di scuola. Mi hanno offerto due fette di torta, succulente, al cioccolato. Io ho portato loro i cioccolatini. Ho detto loro che sono orgoglioso di loro e loro hanno detto che sono orgogliosi di me. Mi sono quasi commosso. Quasi. Meglio così.

P.s. questa foto è stata scattata a Berlino, a Charlottenburgacque a Charlottenburg