Month: luglio 2013

perdersi tra i libri

Notizia carina

Due artisti brasiliani Marcos Saboya e Gualter Pupo hanno dato vita a un vero dedalo di volumi, che da davvero l’impressione di perdersi là dentro, sono stati usati 250000 volumi.
L’installazione intitolata “aMAZEme” sarà visibile, e percorribile, al Southbank Centre di Londra fino al 25 agosto 2013.

View original post

italia

qua a Londra sento sempre piu’ spesso parlare italiano. ho paura che l’Italia diventi un paese con la minuscola e che anche a me tocchi emigrare un giorno. odio il fatto che le persone siano obbligate ad emigrare, non voglio vivere in un paese che non ha futuro, che si avvicina alla fine. non voglio vivere in un deserto, non penso che l’Italia abbia qualcosa in meno di questo paese. qualcuno pensera’ che io sia un po’ paranoico a farmi di sti problemi mentre sono in vacanza, ma io sono fatto  cosi’. 

voglio continuare a creare un futuro per gli altri, magari non nel deserto

amore londinese

mi sento gia’ un po’ londinese, London is my Lady. Sono gia’ cambiato, questa esperienza e’ stancante, assorbente, totalizzante. Riempie il cuore e la mente di sensazioni. Sento che il mio viaggio piu’ importante, quello con la mente, per allontanarmi dalla vita di tutti i giorni, e’ iniziato. questo viaggio e’ salutate, per la mente e il corpo.

confusione

sono seduto su una panchina del saint james park a Londra e ho un gran caos nella testa, sto vedendo un sacco di roba, una meglio dell’altra e non riesco a mettere dell’ordine nellatesta. ho bisogno di metabolizzare, forse di prendere le distanzeda cio’ che sto vedendo. 

mi auguro di riuscireun po’ a scattare la spina, a scoprire qualche altro aspetto della vita, che non puo’ essere fatta solo di momenti pieni di qualcosa, ma di momenti, anche, in cui osservare lo stormire delle fronde e ascoltare il suono del vento, osservare il cielo scuro che si prepara a piangere fredde lacrime.

cambiare

Domani parto per Londra, domattina, devo ancora fare i bagagli. Da ogni viaggio si esce cambiati. Anche da ogni incarico a scuola si esce cambiati. Le due esperienze hanno qualcosa in comune.

Ho molto ragionato sui gesti, sul loro significato: tempo fa incontrai la madre di un mio alunno, che, era la prima volta che mi vedeva, mi disse. A lei piace moltissimo la scuola, ha entusiasmo, si vede da come stringe la mano, si vede da come sorride. Sono contenta che mio figlio abbia lei come prof.

Sono cose che rendono felici, che allargano il cuore.

cambiare

Domani parto per Londra, domattina, devo ancora fare i bagagli. Da ogni viaggio si esce cambiati. Anche da ogni incarico a scuola si esce cambiati. Le due esperienze hanno qualcosa in comune.

Ho molto ragionato sui gesti, sul loro significato: tempo fa incontrai la madre di un mio alunno, che, era la prima volta che mi vedeva, mi disse. A lei piace moltissimo la scuola, ha entusiasmo, si vede da come stringe la mano, si vede da come sorride. Sono contenta che mio figlio abbia lei come prof.

Sono cose che rendono felici, che allargano il cuore.

Incomprensione

Come ho premesso molte volte, io sono comunista e ateo, proprio ateo convinto. Una volta fui molto religioso, poi le cose sono cambiate. A volte sembra che io mi voglia giustificare, ma penso che sia necessario precisare, soprattutto a beneficio di chi è appena giunto su questo fantasmagorico blog e, forse non conosce la mia storia.

Ho insegnato per anni solo in scuole cattoliche. Ho avuto problemi e ne ho fatto menzione in alcune delle storie che racconto, ma non solo. Alcuni fa insegnavo in una scuola cattolica del centro della mia città, avevo 4 classi, sostituivo una collega acida e frustrata. C’era una classe, piccola come tante delle classi di quell’istituto, 12 persone, dove, ogni tanto, avevo qualche problema, perché dovevo sgridare 5-6 ragazzine che si agitavano un po’. Si agitavano un po’, ma si faceva lezione. Le ragazzine non erano nemmeno antipatiche, anche se rompevano le scatole. Un giorno mi trovo a fare delle chiacchiere con la coordinatrice di classe, le raccontò i fatti sorridendo e lei si imbufalisce contro le reprobe. Promette di dare loro una bella strigliata e di rivolgersi al dirigente. Passano pochi giorni e vengo a sapere che il dirigente, un anziano frate del sud, si è recato in quella classe per scagliarsi contro di loro, apprendo che la coordinatrice li ha molto sgridati. La volta successiva i ragazzi sono abbastanza contriti, sorpresi. Di più, vengo chiamato in presidenza dal dirigente che mi chiede conto dei problemi e mi conferma tutto il suo appoggio, così come me lo conferma durante gli scrutini, dinanzi ai colleghi. I ragazzi mi chiedono scusa e migliorano di un po’ il comportamento.

Cambiamo scenario: quest’anno è stato il mio primo anno alla scuola pubblica. Ho una classe, la prima, nella quale ci sono alcuni maschi che non sono solo maleducati, sono dei veri e propri disadattati che sanno emettere i versi dei volatili o robe ancora peggiori durante la lezione, ma non studiano nulla della mia materia. Mi lamento con la coordinatrice, sorride e se ne frega, mi lamento con il preside, se ne frega, la vicepreside, idem. Dopo un po’ di tempo, addirittura attribuiscono la colpa a me. Quando faccio loro notare che nelle altre classi non succede nulla di questo, tacciono.

I fatti sopraesposti mi mettono in enorme difficoltà. Nella scuola cattolica io, ateo e comunista, sono stato supportato per problemi nemmeno troppo gravi, mentre nella scuola pubblica mi hanno abbandonato, promettendo anche agli studenti punizioni che non sono arrivate.

Non capisco cosa succeda, sono terribilmente disorientato. Mi sembra che certi presidi siano seguaci di un buonismo ipocrita, a metà tra il buonismo fasullo e il sinistrismo decadente. Mi sono vergognato per la scuola pubblica, che ho sempre sostenuto.

Tears of joy

I can see the trace that sorrow
Has left upon your face
And being realistic
I know there are some things that
Time just won’t erase

But still I’m coming to you gently
And there’s one promise I can make
Besides of every tear that sorrrow has left you
Tears of joy will take their place

Tears of joy – hey
Wash you clean
Come on and let them set you free!

Hey sometimes I know life can make you feel
Like you don’t know what to do
But once there comes a time when you must settle down
And feel the presence of the one who loves you

Oh yes I’m coming to you gently
And there’s one promise I can make
Besides of every tear that sorrrow has left you
Tears of joy will take their place

Tears of joy – hey
Wash you clean
Come on and let them set you free!

If I could fly
I’d fly straight to you
Surround you with my love

You’ll be crying tears of joy – yeah
Wash you clean
Come on and let them set you free!

—-

Improvisation:

Come on say, and let those tears set you free
Say come on now you’ll be crying tears of joy
Oh tears of joy
You’ll be crying tears of – you’ll be crying tears of joy
Say joy now joy real joy say tears
Tears of joy yes
You’ll be crying tears of joy
Ah – they say that tears can wash you clean
And set you free set you free
You’ll be crying tears of joy
I’ll sourround you with love
You’ll be crying tears of joy…

I was born to love you

I was born to love you
With every single beat of my heart
Yes, I was born to take care of you, ha
Every single day…
Alright, hey hey

I was born to love you
With every single beat of my heart
Yes, I was born to take care of you
Every single day of my life

You are the one for me
I am the man for you
You we’re made for me
You’re my ecstasy
If I was given every opportunity
I’d kill for your love

So take a chance with me
Let me romance with you
I’m caught in a dream
And my dream’s come true
So hard to believe
This is happening to me
An amazing feeling
Comin’ through –

I was born to love you
With every single beat of my heart
Yes, I was born to take care of you, honey
Every single day of my life

I wanna love you
I love every little thing about you
I wanna love you, love you, love you
Born – to love you
Born – to love you
Yes I was born to love you
Born – to love you
Born – to love you
Every single day – day of my life
Woh

An amazing feeling
Comin’ through

I was born to love you
With every single beat of my heart
Yeah, I was born to take care of you
Every single day of my life
Yeah I was born to love you
Every single day of my life

Go, woh, I love you babe, hey
Born to love you
Yes, I was born to love you hey
I wanna love you, love you, love you
I wanna love you
Yeah yeah
Ha ha ha ha ha it’s magic
What ha ha ha
I get so lonely, lonely, lonely, lonely, yeah
I want to love you
It’s magic
Love you, love you
Yeah, give it to me

Splendida canzone!!!