L’immaginario

Le cronache di questi giorni sono riempite dalla questione della decadenza di berlusca. Da parte mia provo il massimo disprezzo per berlusca, questo e’ ovvio. quello che mi preoccupa di piu’ e’ che sono passati 19 anni da quando e’ entrato in politica ed e’ ancora li’. sono passati piu’ di 30 anni, 40 forse, da quando e’ in affari. provai un grande orrore quando lo vidi nella famigerata videocassetta, nel 1994. da allora lui e’ sempre rimasto al  centro della politica: io ero michele che faceva il liceale e adesso sono michelechefailprof e penso a mia nonna, che ha vissuto la Resistenza, Togliatti, Longo, Berlinguer, ma anche De Gasperi, queste figure, e io, Berlusconi sempre lui.

giro la domanda a voi lettori

. Che posto occupa,berlusca nel vostro immaginario? che facevate quando scese in campo? come l’avete presa?

Annunci

8 comments

  1. Facevo la prof da quasi vent’anni. La sua faccia mi faceva senso. La sua voce mi faceva senso. Tutto il resto mi faceva orrore, e col passare del tempo ha continuato a farmene sempre di più. Il fatto è che è come fare la cacca in un piatto: anche se la butti via e lavi e rilavi il piatto, qualunque cosa ci mangi dentro continuerai sempre sentirci puzza di cacca. E oltretutto dubito che qualcuno abbia davvero voglia e capacità di lavare l’Italia.

    1. Questa mattina, per passare il tempo, consultavo fb. Mentre scorrevo i vari post, notavo quello di un mio conoscente: cita una presunta frase della fornero sul presunto costo elevato dei lavoratori italiani. Questo conoscente attribuisce la alla fornero di far lavorare solo i lavoratori stranieri. E’ evidente che queste persone non hanno gli anticorpi per,non venire infettati dal berlusconismo. Quando io vidi, nel salotto di casa di mia nonna, berlusconi che parlava della sua cosiddetta discesa in campo, in quello stesso momento, c’erano persone felici per,quelle parole o forse indifferenti, come sara’ stato quel mio conoscente. In italia c’e’ stato mussolini, poi berlusconi. Mi viene il dubbio: questi fenomeni sono una malattia oppure fanno parte di noi?

      1. Una volta, tanti anni fa, durante le vacanze di Natale ero tornata come al solito nella mia città per passare le feste dai miei. Un giorno in centro incontro un compagno di università, ci mettiamo a far due chiacchiere, poi pian piano ci avviamo, camminiamo per un bel po’, e ad un certo momento io chiedo: “Ma… dove stiamo andando?” Quello mi guarda perplesso e replica: “Dove stiamo andando? Ma io sto seguendo te…” “Oddio, io veramente credevo di star seguendo te!” E lui si è messo a strepitare: “Ecco perché l’Italia è il posto in cui hanno fatto fortuna i capitani di ventura! Qui basta che uno si metta davanti e noi tutti in fila come tante pecore ci mettiamo a seguire!” Beh, a ripercorrere la storia della penisola, direi che non aveva tutti i torti. E quindi, tornando alla tua domanda, se è una malattia direi che è senz’altro cronica, cioè di quelle con cui impari a convivere e finiscono per far parte di te. E tutto sommato non sarebbe del tutto legittimo neanche il richiamo alla Germania, dove “dopo” di capi da seguire ciecamente non ce ne sono più stati. Se penso a tutti quelli che da vent’anni gridano al complotto, alle toghe rosse, alla persecuzione giudiziaria, se penso a tutte le volte che ha annunciato “agghiaccianti rivelazioni” e la gente invece che sghignazzargli in faccia si beveva tutto…

      2. berlusconi rappresenta l’incapacita’ di essere liberi e critici che caratterizza certi italiani. Bisogna sempre seguire uno che sta al balcone, Marx sosteneva che la storia non si ripetesse mai, se non in tragedia o in farsa. Questa mi sembra una farsa tragica. Io cerco di fornire anticorpi al berlusconismo, ma mi sento come uno che lotta con degli,stecchini contro un carro armato.

  2. Ho letto ieri sera un articolo di Paolo Flores d‘Arcais, un parallelo fra fascismo e berlusconismo.
    Il riassunto della storia di Berlusconi mi ha fatto rendere definitivamente conto del fatto che la mia coscienza politica si è sempre dovuta scontrare con lui e con i suoi seguaci, con lui e con la finta sinistra che lo accompagna dagli esordi.
    Mi sono chiesta: ma come diavolo ho fatto a diventare di sinistra in Italia?
    Eh perché se lui c‘è è per l‘immobilismo, se lui c‘è è perché qualcuno o qualcosa manca.
    Il dramma è che non so pensare a un’ Italia senza Berlusconi, personaggi come Berlinguer mi sembrano delle lontane chimere.
    Che tristezza, davvero, e che invidia per chi può ricordare una politica diversa!

    1. la quesione piu’ triste sta nel fatto che, se dovesse cadere lui, cadrebbe,tutto. Chi rappresenterebbe la sinistra? chi i,conservatori? perche’ e’ nato il berlusconismo? quando e’ nato? C’e’ una soluzione? penso che anche renzi sia figlio del berlusconismo

  3. Io ho cominciato ad interessarmi per il fenomeno solo qualche anno dopo il ritorno ad Olanda (ho studiato due anni a Bologna da 2001 a 2003). Lì mi sono stupita, perché ogni volta che vedevo presto il suo fine politica, invece restava e continuava come sempre. In Olanda è sempre stato una rissata, non c’è chi lo prende sul serio. Solo ora, poco fa dopo quasi vent’anni ormai ci sono commentatori politici olandesi che cominciano a parlare del fenomeno, che non è un scemo (come l’avevano presentato per anni), ma che ha delle qualità mediavisive e charismatiche che non si possono sottovalutare.

    1. uno dei tanti aspetti del fenomeno berlusconi che mi interessano e’ rappresentato da una frase,che egli avrebbe detto ai propri collaboratori, dovete realizzare dei programmi pensando a dei bambini di 8 anni poco intelligenti.
      Berlusconi vince, perche’ non ti dice di migliorare, vince perche’ stimola gli istinti peggiori. Berlusconi rappresenta un certo tipo di carattere italiano, rappresentato, per esempio, anche da certi personaggi di Alberto Sordi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...