nuvole

Il cielo plumbeo a Passo del Lupo

Il cielo plumbeo è una promessa mantenuta di un poco di fresco. Non ci si può lamentare, si sta meglio che in città. Per lo meno si respira un po’, un pochino però. Siamo a 1500 metri abbondanti. Questi discorsi sono da comari da ballatoio, me ne rendo conto, ma la temperatura inclemente stronca la volontà e anche i neuroni.

Non sono mai salito su una seggiovia, credo che si chiami così e non ci salirei mai, per tutto l’oro del mondo. Soffrirei pure di vertigini, salendo lì sopra, Mi fa paura solo a vederla, Però salgo sugli aerei, senza problemi. Ieri notte ho dormito malissimo ed ho avuto un mal di testa atroce, per colpa del caldo. Avevo la pressione sotto i tacchi e santa RedBull mi ha aiutato almeno un po’.

Basta lamentarmi.

a presto

M.

Questo luogo è troppo famoso

Questo luogo è troppo famoso

Forse questo luogo è troppo famoso, forse è scontato. Forse ci sono troppe nuvole, anche se questa foto è stata scattata quasi in estate. A me questo luogo ricorda qualche cos’altro. Mi viene da pensare ai progetti, mi viene da pensare a qualcosa che evolve, mi viene da pensare a qualcosa da imparare. Mi viene da pensare che non possiedo la chiave per decifrare questo luogo. Mi viene da pensare che voglio solo entrarci. Vorrei sfuggire alla retorica, alle frasi fatte. Serve cultura. Mi trovo sempre a considerarmi ignorante.