London

pulsa

pulsa, la vita pulsa, Londra, scintillante di luce e certezze, ha accolto i miei occhi spalancati. mi sono fatto piccolo,per non disturbare, curioso e quasi impaurito, per guardarti meglio. la tua notte e’ piena di promesse felicemente mantenute, il tuo giorno e’ pieno di sicurezze. ho voglia di tuffarmi nel tuo ventre, per rinascere senza soste, come me stesso, senza aggettivi. ora so che sono parte di te e sto bene.

London, i miss you so much

non finisce mai

un viaggiatore non smette mai di viaggiare. saro’ sempre a London. e’ gia’ rimasto qua un pezzo di me. l’appetito di un viaggiatore non si sazia mai.  sono riuscito ad essere Michele e basta, avevo bisogno di riappropriarmi della mia identita’ piu’ profonda, come dicono quelli che parlano bene.