Casa sul mare – Eugenio Montale

meravigliosi ricordi delle superiori, di un meraviglioso esame di letteratura moderna e contemporanea. questa poesia mi fa pensare anche alla casa in cui sono spesso, anche in questi giorni, al mare. e la condivido.

Annunci

8 comments

  1. Amo profondamente questa poesia di Montale, soprattutto perché comincia con un verso che sembra un arrivo, una conclusione. Questo mi piace non solo per la magia che crea in me, nella mia testa, ma più ancora perché rappresenta la “ligurità” che ho dentro di me. Questo primo verso è una terra circoscritta, la mia regione, è la sensazione che provo dalla nascita quando smetto di considerare il mare un corrimano e mi dirigo alla riva. Raramente penso di salpare, o semplicemente di lasciarmi scivolare in acqua e partire a nuoto. Molto spesso sento tutta la precarietà dello stare su un cornicione di terra e penso “Il viaggio finisce qui”, come una liberazione. Poi torno a casa.

    Grazie per avermi fatto trovare questo suo spazio, un saluto.

    1. sono sempre molto contento che il mio blog susciti interesse, perché da questi ottimi post partono riflessioni che hanno arrivi inaspettati. L’arrivo è sempre inaspettato, sia quando si va in una terra più o meno lontana, sia quando si torna a casa propria. Noi siamo sempre diversi, quando arriviamo alla metà e quando ritorniamo, se abbiamo la giusta sensibilità. Dobbiamo provare a staccarci, con i nostri ritmi, dalla riva.
      A presto, benvenuta su queste righe-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...