Mese: gennaio 2014

forse è questa la mia preside

Guardate suor Amnesia da Collegno, personaggio di Sabina Guzzanti in “Recital”

Il professore timido e la suora inquietante: la storia continua

C’è una parola che mi pone spesso delle perplessità, questa parola è famiglia. Certi cattolici la usano come una clava, per rinchiudere uomini e donne, ma, soprattutto quest’ultime. Usano formule come “famiglia naturale fondata sul matrimonio”. “valori della famiglia”, ecc. ecc. Della mia famiglia fa parte chiunque prova verso di me un affetto sincero, chi si prende cura di me regolarmente, a prescindere dai legami di sangue. Esistono dei giorni che considero importanti, come quello del mio compleanno. è stato sabato scorso, vi ho anche rotto l’anima in proposito. Organizzo un simpatico ritrovo con parenti ed amici, la mia famiglia, per sabato pomeriggio, l’organizzo da un mese, più o meno. La domenica precedente al mio compleanno ricevo una mail sul tablet “Comunicazioni suora inquietante”. ORROREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE Nella mail la suora scrive dell’open day, organizzato per il 18 gennaio e inserisce un allegato. Lo apro e mi si gela il sangue, vengo precettato per il sabato pomeriggio del mio compleanno. NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO Le rispondo, chiedendo di esonerarmi, in modo molto cortese, faccio presente che ho effettuato delle prenotazioni per il mio compleanno da molto tempo. Mi aspetto una replica piccata, ma non arriva. 

Passano pochi giorni e incontro, uau che gioia, la suora, mentre salgo i gradini. Con la voce flebile, salendo i gradini più velocemente di me, mi dice, lei è troppo distante dalla scuola, non abbiamo avuto tempo per precisare. Le dico, in che senso.Per gli impegni pomeridiani no, neanche per l’open day. Capisco gli impegni pomeridiani, ma anche l’open day. Io le faccio presente, che proprio non posso, che ho in programma un ritrovo con parenti e amici. Lei è scocciata.

I valori della famiglia. Il professore timido e la suora inquietante: la saga continua.

come va la vita?????

Buonasera bella gente, giornata tosta a scuola con ragazzini scalmanati, incontro di 1 ora con la madre generale della congregazione, colica addominale, nausea, mal di pancia (colpa della preside, è colpa della preside). Per compensare questo post un po’ lamentoso ve ne metto uno allegro, allegro. Aspettate e vedrete. 

Intanto la saga del professore timido e della suora inquietante continua…

Shine on awards i miei follower mi vogliono tanto bene (e io ne voglio a loro)

Le cinque regole da seguire per partecipare allo Shine on awards:

1– Inserire il logo dell’award sul fronte del post, 2– Riportare il nome del blog che ti ha nominato, 3 – Rispondere alle domande su noi stessi, 4 – Nominare altri 15 blogger per lo Shine on award, notificandone i link per i rispettivi blog, 5 – Far sapere ai blogger designati che hai pensato a loro per la nomination.

 

Immagine

 

beh, innanzitutto grazie mille a Francesca

1) http://tersiteblog.wordpress.com/ sensibilità e simpatia

 

che nomino tra i i migliori blog: 

poi:

2) http://ialeene.wordpress.com/ il carattere e la sensibilità

3) http://nichirenelena.wordpress.com/ simpatia e dolcezza

4) http://rckhsl.com/

5) http://poppybellewrites.wordpress.com/

6) http://lamusadivetro.wordpress.com/

7) http://lauracarpi.wordpress.com/

8) http://beatriceblackbirddailydiary.wordpress.com/ il mio mito, la dolce bea

9) http://tramedipensieri.wordpress.com/ la mia fidata amica

10) http://marisamoles.wordpress.com/

11) http://ombreflessuose.wordpress.com/

12) http://gregorybateson.wordpress.com/

13) http://ilblogdibarbara.wordpress.com/

14) http://margaretcollina.wordpress.com/

15) http://vetrocolato.wordpress.com/

 

Le cinque regole da seguire per partecipare allo Shine on awards:

1– Inserire il logo dell’award sul fronte del post, 2– Riportare il nome del blog che ti ha nominato, 3 – Rispondere alle domande su noi stessi, 4 – Nominare altri 15 blogger per lo Shine on award, notificandone i link per i rispettivi blog, 5 – Far sapere ai blogger designati che hai pensato a loro per la nomination.

Ed ecco le sette domande…

1) Perché hai iniziato questo blog? Perché ho sempre sognato di fare il prof. risposta un po banale

2) Qual è la cosa più importante della tua vita? ne scrivo tre: mangiare, leggere e fare sport

3) Il cibo di cui non puoi fare a meno. Cioccolata. Senza cioccolata non è vita.

4) Il tuo posto del cuore. Cesenatico

5) Come ti vedi nei prossimi 10 anni? Romperò gli specchi

6) Tre delle cose senza le quali non esci mai di casa. chiavi di casa, della macchina, un giornale/libro

7) Una citazione che ti caratterizza. cipputi, poteva andar peggio. Cipputi (con l’ombrello nel sedere) “No”(Altan)

La signorina Carlo: adesso un regalo ve lo faccio io, me lo faccio io…

Chi si ricorda del mitico, meraviglioso, stupendo personaggio della signorina Carlo, interpretato da Anna Marchesini? Ebbene, eccolo qua. Stasera non ho voglia di ragionare troppo, solo relax, sola allegria. Fa tanto tanto bene staccare la spina. e poi, visto che tengo ai miei cari follower, ecco qua.