essere comunisti – quelli veri e quelli finti (parte prima)

Debbo confessare di non essere mai stato tanto bravo con la teoria, in tutti i sensi. Ho letto qualche testo di Marx, tra cui il Manifesto, qualcosa di Lenin, Fidel e poco altro. Per me essere comunisti vuol dire credere che il capitalismo non sia la sorte definitiva dell’umanità, per me essere comunista significa credere che la lotta di classe esista. Per me il comunismo significa amare la vita. A casa ho un minuscolo busto di Lenin, comprato in uno dei miei viaggi in Russia, ma non amo i busti, le spille. Per me il comunismo è qualcosa di concreto, è pratica quotidiana. Per me il comunismo è mia nonna, che mi ha insegnato a guardare il mondo con sguardo critico, con la consapevolezza di propugnare delle idee giuste, ma, con la stessa consapevolezza mi ha insegnato a non prendere per oro colato tutto quello che mi veniva detto dai vari capi. Per me il comunismo è mia nonna che aiuta, consiglia e sostiene persone che stanno peggio di lei, che alleva due nipoti con amore, stimolando l’amore per la cultura e la bellezza. 

Vorrei raccontare una vicenda di finti comunisti che ho avuto la sventura di conoscere, ma ho troppo sonno per farlo…. Un giorno un mio amico mi presento un tipo simpatico, si chiamava D.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...