La storia di Malala

non posso che riprendere questo post dedicato a Malala

20130718-161114.jpg

— Chi è Malala? — ripete. — Rispondete all’istante, o vi ammazzo tutte! Malala ha insultato i soldati di Dio, i talebani, e per questo sarà punita.
Nel silenzio, la domanda risuona come una condanna a morte. Malala, che avrebbe voluto dire tante cose, sembra paralizzata dalla paura, e non trova in gola neppure l’aria per fiatare.
Zakia si accorge che alcune compagne si sono girate verso l’amica dai grandi occhi castani.
Anche lo sguardo del ragazzo con la pistola si ferma su Malala. Nessuna ha detto una parola, ma lui deve aver capito. Ora la sta fissando.
È questione di secondi.
Gli spari esplodono sordi, senza pietà.
Uno, due, poi un altro, e un altro ancora.
La testa di Malala ondeggia leggermente all’indietro. Il suo corpo cade di lato e si accascia in grembo a Laila, come al rallentatore.

(…)

Certe volte i bambini non riescono ad addormentarsi per…

View original post 85 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...