Raccontare

la scuola si trova in un paese dal capo opposto della provincia dove abito. So che sarà un viaggio, non sono abituato a guidare tantissimo. Una volta ho guidato fino in Germania, ma ora non me la sentirei più. Nella città in cui abito una volta c’erano le mura. Ora non è rimasto quasi niente. L’automobile parte e va verso i viali di circonvallazione, qualche volta è l’automobile a decidere, come, ad esempio alle 7 della mattina. I pensieri si affollano, prima che uno prevalga. Ho il terrore assoluto di quello che mi sta per accadere. Io vengo da un mondo diverso, vengo dal mondo della parola scritta. Davanti a me stanno parole scritte in una lingua, parole che rimandano ad una condizione, essere nato da qualche parte, avere un titolo di studio oppure un altro. Le devo trasferire in un’altra lingua, maneggiandole come un artigiano. Adesso devo parlare davanti a degli adolescenti o dei preadolescenti. Devo raccontare la grammatica, la cultura tedesca a loro. Io conosco la grammatica tedesca, ma raccontarla a dei ragazzotti è diverso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...